Iscriviti alla Newsletter

mercoledì 3 aprile 2019

CAGLIARI-JUVENTUS 0-2: COMMENTO E PAGELLE


La Juve che non ti aspetti. A Cagliari, contro una squadra in forma e in piena corsa per la salvezza, si è vista una Juventus brillante, lontana parente di quella vista contro l’Empoli e, ancora di più, nella sconfitta di Genova. Fin dal fischio di inizio, i bianconeri hanno messo in chiaro le cose, pressando e schiacciando gli avversari, decisi a portare a casa altri tre punti essenziali per la conquista dell’ottavo scudetto consecutivo. Certo, è innegabile che il Cagliari non è stato quello che ci si aspettava, non più la solita compagine battagliera che, tra le mura di casa, ha sempre dato filo da torcere. Gli undici di Maran sono stati molto al di sotto delle aspettative, quasi arrendevoli e non sono mai riusciti a entrare in partita, anche grazie all’aggressività della Juventus che ha soffocato sul nascere qualsiasi loro velleità, annullandone ogni fonte di gioco.  


LE PAGELLE:

Szczesny 6: Serata abbastanza tranquilla, anche grazie alla serata poco ispirata degli attaccanti del Cagliari che non riescono mai a tirare in porta in modo pericoloso.  

Caceres 6.5: Gioca una buona partita, molto attento alle chiusure e sempre pronto a proporsi in appoggio. Lo ferma soltanto un infortunio muscolare, l’ennesimo. Dal 61’ Bentancur 6: Ha soprattutto il merito di fornire a Kean l’assist del 2-0, per il resto gestisce senza problemi.

Bonucci 6.5: Abbastanza libero dai compiti difensivi, vista la serata poco prolifica degli attaccanti cagliaritani, va a segnare il gol che sblocca il risultato, saltando in completa libertà nel cuore dell’area di rigore avversaria. Come al solito, dà appoggio a Pjanic nella costruzione dell’azione, riuscendo diverse volte a lanciare i compagni.

Chiellini 6.5: Solita partita da leader, senza sbavature in difesa. Un buon allenamento che ne ha saggiato la forma fisica e la tenuta atletica.

De Sciglio 6.5: Buona partita anche per lui che domina sulla fascia di destra, mettendo al centro un gran numero di cross, ma attento anche in chiusura.

Emre Can 7: Partita dopo partita, sta diventando il vero jolly bianconero. Parte da centrocampista, furoreggiando in ogni parte e su ogni palla, e chiude da terzo difensore centrale, permettendosi chiusure alla Chiellini. Gran serata per il tedesco.

Pjanic 7: Con a fianco due scudieri come Emre Can e Matuidi, è il vero re del centrocampo, tocca un numero impressionante di palloni, si diverte a ogni giocata, permettendosi perfino dribbling e tunnel. Uno spettacolo per gli occhi.

Matuidi 6.5: Dei tre centrocampisti, è lui che fa il lavoro più sporco, dividendosi tra l’appoggio agli attaccanti e la copertura difensiva. A fine gara, va in tilt per i “buuu” razzisti che arrivano dalla curva del Cagliari, per il secondo anno consecutivo.

Alex Sandro 6.5: Finalmente si è visto un giocatore nuovamente propositivo e concentrato, diversamente dalle precedenti partite. Ci mette la grinta giusta e prova sempre la giocata, come da sue caratteristiche, diventando, stavolta, un elemento in più.

Bernardeschi 6: Serata di involuzione per l’ex Fiorentina che, per novanta minuti, torna a essere quel testardo calciatore troppo individualista che non vorremmo mai vedere.

Kean 6.5: Dopo un primo tempo spesso fuori dal cuore della manovra bianconera, il giovane centravanti gioca una ripresa alla sua altezza, andando ancora una volta a segno, per la quinta partita di fila tra Juventus e Nazionale, e sbagliando almeno altri due gol, ma è ingenuo nell’esultanza che scatena la bagarre finale e il triste spettacolo sugli spalti.

Nessun commento:

Posta un commento