Iscriviti alla Newsletter

domenica 3 febbraio 2019

JUVENTUS-PARMA 3-3: COMMENTO E PAGELLE


Sei gol in due partite, rimontata due volte quando si era avanti di due reti, tre gol presi in casa dal Parma. Questi sono i numeri sconfortanti del dopo Juventus-Parma, partita gettata al vento dai bianconeri a causa di una scellerata gestione coronata dalla clamorosa sciocchezza commessa da Mandzukic a partita ormai finita. Dopo i tanti dubbi contro la Lazio e la pesante caduta di Bergamo in Coppa Italia, questa Juve non sembra voler uscire dal tunnel in cui è entrata, pieno di errori soprattutto in difesa. Anche ieri, la coppia Rugani-Caceres ha fatto rimpiangere i titolari, incapaci di frenare le folate di Gervinho e di controllare un Inglese indiavolato. Nonostante i nove punti di vantaggio sulla seconda, un caso Juventus ci può stare, perché l’asticella è stata alzata così tanto da non poter accettare comportamenti come quelli visti nell’ultima settimana. Una squadra attesa da un ottavo di finale di Champions quanto mai difficile, non può permettersi di avere rincalzi difensivi non all’altezza, non può permettersi di sostituire un giocatore dal valore mondiale come Benatia, seppure a fine carriera, con uno (Caceres) che non gioca con continuità da quasi due anni. La sensazione, spiacevole, è che nonostante Cristiano Ronaldo, anche ieri decisivo con una doppietta, si rischia di mandare alle ortiche ogni occasione decisiva per la stagione bianconera. Ingenuità, arroganza, superficialità, pigrizia, sono tante le pecche viste ultimamente e l’unica speranza è che siano una logica, o quantomeno normale, conseguenza di una preparazione atletica incentrata sugli impegni di Champions.


LE PAGELLE:

Perin 5.5: Comincia bene, ma poi non riesce a essere incisivo sui gol, soprattutto sul terzo, in cui non riesce a spingere via la palla, nemmeno troppo forte, calciata da Gervinho. Incerto.

Cancelo 6: Anche lui parte bene, cancella i dubbi e gli erroracci di Bergamo, sembra in serata, ma poi si addormenta sul 2-1 del Parma, quando non chiude la diagonale. Pigro.

Caceres 5.5: Torna a giocare dopo quasi due mesi e si vede che non ha i novanta minuti sulle gambe. Compie qualche bella chiusura e si fa trovare pronto, ma alla lunga cala vistosamente, lasciando spazi sanguinosi. Indietro.

Rugani 5: Alla quarta consecutiva da titolare ci si aspetterebbero progressi e invece mette in mostra i suoi soliti limiti, soprattutto nel quarto d’ora finale. Se non avesse segnato, sarebbe stato, probabilmente, il peggiore in campo, visto che non riesce proprio a dimostrare di avere imparato qualcosa da Chiellini e Bonucci. Ingenuo.

Spinazzola 6.5: Una delle note positive della serata, visto che è solo la seconda volta che parte titolare. È una spina costante sulla fascia sinistra, combina molto spesso con Cristiano Ronaldo e mette al centro tanti cross. Promosso.

Khedira 6.5: È tornato quello che conoscevamo, i suoi inserimenti in avanti sono mancati tanto, ma stavolta è sfortunato e colpisce due pali. Non è ancora al cento per cento fisicamente (non riesce a stare dietro a Barillà nell’azione del 2-1), ma almeno ha fatto vedere di essere sulla strada buona per un recupero completo. In crescita. Dal 78’ Bentancur SV: Non fa in tempo a incidere.

Pjanic 6.5: Con lui in campo, la squadra gira meglio, ma purtroppo dietro di lui rendono vane le sue preziose giocate. Anche lui, come Khedira, deve recuperare un po’ di fiato, ma la Juve non può farne a meno. Indispensabile.

Matuidi 6: Meglio rispetto a Bergamo, ma dimostra ancora di essere in difficoltà fisica. Avrebbe, forse, bisogno di un po’ di riposo, ma anche lui è troppo importante, soprattutto in un periodo così difficile. Affannato.

Douglas Costa 6.5: Parte bene, crea spazi e occasioni per i compagni, ma alla fine del primo tempo deve uscire per un problema fisico. Un peccato, visto che sembrava in serata. Sfortunato. Dal 46’ Bernardeschi 6: Entra bene in partita, mostrando di essere in forma, ma è ancora più sfortunato di Douglas Costa, visto che anche lui è costretto a uscire dopo uno scontro con un avversario. Dall’86’ Emre Can SV: Entra per arginare e dare fiato alla difesa, ma non ha il tempo per farsi notare.

Mandzukic 4.5: Troppo grave l’errore fatale a pochi secondi dalla fine della partita. La sua eccessiva sicurezza lo porta a rimettere in gioco una palla da sparare lontano, propiziando il pareggio beffa del Parma. Un vero peccato, visto che aveva dato vita alla solita prova generosa e concreta. Folle.

Cristiano Ronaldo 7.5: Senza di lui, probabilmente la Juventus avrebbe anche perso. È lui il catalizzatore della manovra, segna una doppietta, poi vanificata dagli errori dei suoi compagni. Non è al meglio, come lui stesso ha confermato nel dopo partita, ma riesce comunque a essere decisivo. Un vero peccato non averlo anche in difesa. Re.

Nessun commento:

Posta un commento