Iscriviti alla Newsletter

lunedì 25 febbraio 2019

BOLOGNA-JUVENTUS 0-1: COMMENTO E PAGELLE


Chi si aspettava una reazione dopo la batosta di Madrid, è rimasto deluso, perché la Juve vista contro il Bologna è stata quasi peggiore di quella di Champions. Una squadra scarica, stanca e svogliata. Soprattutto nel primo tempo, i calciatori del Bologna arrivavano sempre prima sulla palla ed erano più aggressivi, mentre i bianconeri sembravano ancora sotto choc, quasi storditi e stralunati. Poi, nel secondo tempo, è bastato un episodio e Dybala, entrato dalla panchina, ha portato altri tre punti, preziosi sì, ma immeritati. Allegri cambia poco rispetto a Madrid e prova Cancelo in avanti, preferendo Bernardeschi a Dybala, ma i risultati sono ancora deludenti: il portoghese è assente ingiustificato nel primo tempo, l’ex Fiorentina prova a fare qualcosa, ma quando arriva al dunque sbaglia sempre scelta (sia quando tira che quando fornisce assist). Perfino Ronaldo, assistito poco e male da Mandzukic che, inspiegabilmente, gioca, ancora una volta, novanta minuti, è evanescente, quasi infastidito. Una partita che anziché consolare, sembra acuire una crisi senza apparente via d’uscita, una crisi di gioco, di idee e di condizione atletica molto preoccupante.


LE PAGELLE:

Perin 7: Se sono arrivati tre punti, è anche merito suo e della splendida parata a tempo quasi scaduto che manda sul palo il tiro di Sansone. Una delle migliori prestazioni da quando è arrivato alla Juve. Sicuro.

De Sciglio 6: Gioca ancora sulla fascia destra, ma non fa altro che svolgere il solito compitino sufficiente, senza diventare mai un’arma in più. Timoroso.

Bonucci 6: Appare sempre in apprensione, spesso è costretto alla giocata frettolosa, patisce ancora una volta le mischie in area. Ansia.

Rugani 5.5: Pure lui sembra giocare col fiatone ed è sempre molto falloso, perfino in zone del campo poco pericolose. Rimandato.

Alex Sandro 6: Anche lui, come De Sciglio, si limita a fare il minimo, senza mai spingere o saltare l’uomo. Ha, però, il merito di parare, da terra, un tiro a botta sicura del Bologna. Sonnecchiante. Dal 58’ Dybala 7: Entra, segna a porta tre punti preziosi alla Juve. Cosa potrebbe fare di più per avere maggior spazio?

Bentancur 5.5: Nel primo tempo sbaglia quasi tutti i palloni che tocca, nel secondo cresce un po’, mostrando le sue enormi potenzialità, sia fisiche che tecniche. Confuso.

Matuidi 6: Fatica tanto a stare dietro agli avversari, spesso arranca e corre a vuoto, ma almeno non si arrende mai, crossando la palla decisiva per il gol di Dybala. Ovunque. Dal 78’ Pjanic SV: Alla vigilia, Allegri aveva detto che era mezzo morto, ma gli fa giocare, comunque, una quindicina di minuti, nella speranza che possa controllare meglio la palla e far scorrere il tempo.

Bernardeschi 6.5: Nel primo tempo, è l’unico a voler davvero combinare qualcosa, si propone, va vicino al gol e offre assist, ma predica nel deserto e, troppo spesso, fa la scelta sbagliata nel momento dell’ultimo passaggio. Nel secondo tempo, fa più il centrocampista di copertura. Brillante.

Cancelo 5.5: Nel primo tempo non entra in partita, nel secondo prova diverse giocate, ma è troppo poco concreto. Nella nuova posizione non promette troppo bene, chissà se Allegri insisterà.

Mandzukic 5: Altra brutta partita, stanno diventando davvero troppe e nel momento più delicato della stagione, ma Allegri sembra non accorgersene. In attacco non ne prende una e dietro rischia sempre di combinare il patatrac. Che fine ha fatto?

Cristiano Ronaldo 5: La peggiore partita da quando è in Italia. Se a Madrid era stato l’ultimo ad arrendersi, a Bologna pascola svogliato e quasi infastidito. Che si sia già pentito di essere venuto alla Juve?

Nessun commento:

Posta un commento