Iscriviti alla Newsletter

mercoledì 28 novembre 2018

JUVENTUS-VALENCIA 1-0: LE PAGELLE


Ottavi di finale conquistati con una gara di anticipo e primo posto nel girone a un passo. Il cammino della Juventus in Champions prosegue regolare e dopo l’1-0 casalingo contro il Valencia, Ronaldo e compagni hanno dato l’ennesima dimostrazione di essere una squadra diversa da quelle degli anni passati. Molta parte del merito va dato a CR7 che, come lo stesso Allegri ha confermato nel dopo partita, è uno stimolo per tutti a fare meglio, ma nel complesso anche ieri si è vista una squadra rocciosa che pecca soltanto nella finalizzazione della gran mole di gioco prodotto. L’1-0 è un risultato stretto, ottenuto contro un ottimo Valencia che si giocava le ultime carte per la qualificazione e, quindi, ancora più prezioso. Il tridente d’attacco Dybala-Ronaldo-Mandzukic deve ancora limare alcune incomprensioni, ma è potenzialmente devastante, Allegri dovrebbe insistere e far trovare ai tre l’intesa giusta.


PAGELLE:

Szczesny 7.5: Il miracolo sulla fucilata di testa di Diakhaby ha dell’incredibile ed è solo il coronamento di una prestazione sicura e senza sbavature che conferma come il polacco sia uno dei migliori portieri in circolazione. Gatto.

Cancelo 7: Brucia chilometri su tutte e due le fasce, prima a destra e poi a sinistra, sempre pronto a infilarsi come un coltello caldo nel burro tra la difesa avversaria. Ficcante.

Chiellini 7: Quest’anno Allegri lo sta risparmiando spesso, per averlo pronto nei match importanti e lui si fa sempre trovare pronto, da vero capitano. Lotta, corre, fa a sportellate, è protagonista di decine di anticipi sugli attaccanti del Valencia. Leader.

Bonucci 6.5: Con il Valencia alto e spesso in pressing, tocca a lui impostare quasi sempre il gioco e, dopo qualche titubanza all’inizio, riesce a prendere il ritmo eseguendo passaggi millimetrici. Preciso.

Alex Sandro 6: Esce alla fine del primo tempo per un fastidio fisico, dopo aver giocato un primo tempo senza infamia e senza lode, troppo impegnato a seguire Guedes che a spingere sulla fascia dove, comunque, si fa spesso trovare pronto al cross. Diligente. Dal 46’ Cuadrado 6.5: Dà fantasia e freschezza alla fascia destra, sovrapponendosi perfino a Douglas Costa, ma effettua anche un paio di chiusure decisive. Concentrato.

Bentancur 7: Parte benissimo, ma il cartellino giallo preso dopo pochi minuti lo condiziona, impedendogli di scatenare tutta la sua forza fisica. Ormai sembra diventato un elemento imprescindibile del centrocampo juventino. Jolly.

Pjanic 7.5: Gioca a tutto campo, trasformandosi, spesso, nel terzo difensore centrale per far partire la manovra, ma, nello stesso tempo, è aggressivo sugli avversari. Match di classe e di sostanza, tocca tantissimi palloni, trattandoli con delicatezza quando serve, ma diventando rude dove necessario. Direttore.

Matuidi 7: Solita partita da maratoneta, recupera un numero impressionante di palloni, non dà tregua agli avversari, pressandoli ovunque, ma la frenesia ogni tanto lo tradisce. Cavallo.

Dybala 6.5: Dietro le punte deve ancora dare il meglio di sé, ma quando decide di darci dentro, non lo ferma nessuno. Prova diverse volte la giocata personale, ma forse arriva al tiro troppo stanco. La trasformazione prosegue. Promettente. Dal 68’ Douglas Costa 6: Entra per sfruttare gli spazi, ma dimostra eccessiva foga nel voler tirare in porta, sprecando, così, diverse ripartenze interessanti.

Mandzukic 7.5: È sempre più lui il bomber bianconero, ancora una volta a segno su assist di Ronaldo. Sembra essere nata una nuova coppia del gol che promette sogni ed esaltazione. Si fa trovare pronto a buttarla dentro dopo la magia di CR7, ma viene avvistato in ogni parte del campo, pronto ad arringare la folla ed esaltato dai tifosi. El Grinta.

Cristiano Ronaldo 7: Non sale direttamente sul palcoscenico, sbaglia perfino più del solito, ma quando si beve la difesa avversaria con una magia, servendo l’assist dell’1-0, non rimane che inchinarsi al più forte. Prestigiatore.

Nessun commento:

Posta un commento